Cave di Arma del Sambuco

Un’antica cava presso l’Arma del Sambuco, uno scenografico esempio di carsismo

Questa cava storica si trova sul versante occidentale del Bric Scimarco, ad alcune centinaia di metri in linea d’aria dalla colla e dall’altura di Sant’Antonino, dove gli scavi archeologici hanno messo in evidenza un insediamento dell’età del Bronzo finale (XIV-XI/X secolo a.C.) e il castello bizantino con una grande torre a monofore (VI-VII secolo d.C.). Sulla sommità del rilievo sorge inoltre la chiesa romanica di Sant’Antonino con cripta (XI secolo).

La piccola cava presenta una coltivazione con “cesure” a mano mediante l’uso di mazzetta e scalpello, con una coltivazione a gradini sulle alte pareti. Da essa venivano estratti dei blocchi allungati, dai quali furono verosimilmente ottenuti i piccoli conci squadrati usati nelle murature della chiesa di Sant’Antonino. Proseguendo lungo il sentiero si raggiunge la stupenda cavità carsica nota come l’Arma del Sambuco, che in basso si apre nella Grotta dell’Edera. Si tratta di uno dei più scenografici esempi di carsismo del Finale con un grande arco naturale di pietra che sormonta l’inghiottitoio naturale.

COME ARRIVARE

CAVE DI ARMA DEL SAMBUCO

Come raggiungere il Sito

La cava del Bric Scimarco può essere raggiunta prendendo in prossimità della vetta una diramazione sulla sinistra del sentiero a gradini di roccia che inizia tra le case della località Valle nel fondovalle di Perti e sale fino alla colla ed al castello di Sant’Antonino.

Info

Chiuso

Orario di Visita

Calendario delle visite

RIMANI AGGIORNATO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

RIMANI IN CONTATTO

CONTATTACI ORA

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

X