Tabernacolo dell’Abbazia di Finalpia

Tabernacolo a elementi multipli con cornice a girali floreali tra santi entro nicchie nelle lesene (San Giovanni Battista e San Pietro – a sinistra; San Giovanni Evangelista? e San Paolo – a destra).
Nella cimasa, crocifissione con la Vergine e San Giovanni Evangelista dolenti assisi ai piedi della croce e angeli in volo che raccolgono entro calici il sangue del Cristo, in cornice gotica tra pinnacoli decorata a gattoni.
Nel peduccio, trigramma IHS coronato in caratteri nastriformi entro corona di alloro su testa alata di cherubino e fondo a fogliame con rosette; ai lati le lettere D e B (per Divo Bernardino – San Bernardino?) entro scudi a goccia.

INFORMAZIONI

Il tabernacolo, scolpito in marmo bianco in torno al 1470 ad opera di un ignoto artista di scuola lombarda attivo in Liguria, proviene probabilmente dalla chiesa quattrocentesca di Santa Maria di Finalpia, demolita per la costruzione della attuale chiesa settecentesca. Precedentemente collocato sul retro dell’altare maggiore, è oggi murato sulla parete sinistra del presbiterio.

Sigla: SC-FP.01

COME ARRIVARE

Tabernacolo dell’Abbazia di Finalpia

GALLERIA

RIMANI AGGIORNATO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



  • ISCRIVITI ANCHE ALLE NEWSLETTER DI:

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

RIMANI IN CONTATTO

CONTATTACI ORA

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

X