La vegetazione

Dalla macchia alla lecceta e l’inversione altitudinale della vegetazione

Sugli altopiani calcarei dell’immediato entroterra Finalese, si rinvengono tutte le varianti tipiche della vegetazione mediterranea, dagli stadi pionieri a quelli maturi.
La macchia è costituita principalmente da arbusti sempreverdi con foglie coriacee (o “sclerofille” dal greco “a foglie dure”) e da piante rampicanti, che formano un intrico verde difficile da attraversare, se non lungo sentieri già tracciati; non a caso si dice “darsi alla macchia” riferito a chi riesce a far perdere le proprie tracce. Le specie più diffuse sono alaterno (Rhamnus alaternus,), lentisco (Pistacia lentiscus) e salsapariglia mediterranea (Smilax aspera, detta anche “strappabraghe” per via delle sue spine).

Con il tempo, la macchia evolve nel bosco di leccio (Quercus ilex), salvo che questa evoluzione non sia interrotta da incendi. Sui pendii più ripidi e prossimi al mare il bosco di leccio non riesce ad attecchire e si sviluppa la pineta costiera, tipicamente dominata da pino d’Aleppo (Pinus halepensis): è questo il vero pino costiero e non il pino “marittimo” (Pinus pinaster), come si potrebbe pensare.

APPROFONDIMENTI – La vegetazione

Lecceta e macchia occupano principalmente le parti sommitali e soleggiate degli altopiani, mentre nelle valli che li dividono, più fresche e ombrose, il leccio si mescola all’orniello (Fraxinus ornus) e al carpino nero (Ostrya carpinifolia) formando boschi misti. Il fatto che le formazioni mediterranee si trovino a quote più elevate rispetto ai boschi misti, contrariamente a quanto accade nelle normali sequenze della vegetazione, è detto “inversione altitudinale della vegetazione”, ed è un fenomeno tanto più accentuato quanto più le valli sono strette e profonde. Durante l’inverno si può osservare questo fenomeno da punti panoramici: lungo le valli gli alberi sono spogli (essendo caducifoglie), mentre intorno rimane il verde del leccio. Alle spalle degli altopiani, salendo di quota, la vegetazione rispetta la sequenza classica: bosco misto, castagneti e faggeta.

VISITA

Gli aspetti  naturalistici, paesaggistici e storici del territorio sono al centro delle  escursioni di “Finale Natura Landscape & Archeotrekking”.

Scopri il calendario completo nella pagina VISITE.

RIMANI AGGIORNATO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

RIMANI IN CONTATTO

CONTATTACI ORA

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

X