Il Novecento

Il Finale nel Novecento: l’industria e il turismo

Anche per il Finale, il Novecento fu un secolo di rapide trasformazioni economiche e sociali. L’apertura della ferrovia tra Savona a Ventimiglia nel 1872 aveva messo in crisi la secolare navigazione di cabotaggio, sulla quale si basavano i trasporti e l’economia delle cittadine costiere.

Anche gli antichi cantieri navali non seppero rinnovarsi e andarono in crisi. Così il Comune di Finalmarina decise di finanziare l’insediamento sul suo territorio di un’attività industriale in grado di garantire un lavoro alla popolazione.

IL NOVECENTO – 1900-2000

Nel 1906 alla foce del Pora si insediò una fabbrica per la costruzione di carrozze ferroviarie, sostituita nel 1917 dall’industria aeronautica del genovese Rinaldo Piaggio, destinata a diventare leader del settore in Italia. Ma il Novecento segnò anche l’avvento di un turismo destinato a diventare sempre più un fenomeno di massa. Il “boom” economico del secondo Dopoguerra portò anche alla costruzione di grandi condomini, che occuparono gli spazi tra gli antichi centri storici un tempo destinati a orti e giardini, trasformando profondamente l’antico paesaggio.

X