Castelfranco a Finalmarina

La fortezza spagnola affacciata sul mare

Nel Finale si conservano due grandi fortezze costruite dagli Spagnoli nel XVII secolo: Castelfranco, proiettata sul mare tra Finalmarina e Finalpia, e Castel San Giovanni, sopra Finalborgo.

Nel periodo spagnolo (1602-1707), il Finale fu trasformato in una grande piazzaforte militare attraverso la quale passavano le truppe impegnate nei teatri di guerra europei e la fortificazione medievale che sorgeva sull’altura costiera del Gòttaro, fu trasformata in una moderna architettura militare.

APPROFONDIMENTI – Castelfranco a Finalmarina

Intorno al 1365 la Repubblica di Genova costruì un castello a dominio della sottostante Ripa maris, l’attuale Finalmarina, per controllare il Finale e limitare il potere dei marchesi del Carretto. Il nome del castello deriva dal fatto che esso non era soggetto al controllo dei signori locali e non doveva ad essi tributi.

Sulla spiaggia ai suoi piedi erano da tempo attivi cantieri navali, che producevano anche grandi navi destinate alla navigazione mediterranea.

Nella zona sorgeva, inoltre, la chiesa di San Fruttuoso appartenente ai Cavalieri di San Giovanni,

destinata ad accogliere i pellegrini in transito verso la Terrasanta.

La fortificazione medievale può essere riconosciuta nel torrione centrale poligonale, successivamente inglobato nella fortezza spagnola.

Nella seconda metà del XVI secolo, Castelfranco subì demolizioni, ricostruzioni e ripetute occupazioni da parte di Genova, dell’esercito spagnolo e di quello imperiale, divenendo residenza dei commissari cesarei.

Infine, nel 1602, dopo la morte senza eredi dell’ultimo marchese Sforza Andrea Del Carretto, il Finale fu occupato dalla Corona di Spagna e divenne la “Puerta a la mar” del Ducato di Milano.

Nel periodo spagnolo (1602-1707), il nucleo medievale fu più volte trasformato e circondato da moderne fortificazioni con grandi bastioni. Tra il 1642 e il 1645 sulla dorsale montuosa sopra Castelfranco furono costruiti il Forte di Sant’Antonio e quello dell’Annunziata, collegati da una strada coperta. Nel 1647 furono realizzati un magazzino per le munizioni e quattro grandi caserme per le truppe che sbarcavano a Finale.

Nel 1674-77, Gaspare Beretta e il suo aiutante Serena rafforzarono il Forte dell’Annunziata e costruirono nuove difese sul mare con un rivellino che proteggeva l’accesso alla fortezza.

Infine, intorno al 1680, nella parte più elevata del Gòttero fu eretto il Forte di Legnino con grandi bastioni angolari.

Al termine della Guerra di Successione spagnola (1701-1713), Genova acquistò il Finale e pochi anni dopo iniziò la demolizione delle fortificazioni seicentesche e solo Castelfranco fu risparmiato dalla distruzione.

La fortezza fu trasformata in carcere e durante la Prima Guerra Mondiale ospitò prigionieri austro-ungarici, molti dei quali morirono durante l’epidemia di influenza spagnola del 1918-19.

La Fortezza di Castelfranco ospita attualmente il Centro di Documentazione Multimediale Storico Territoriale con apparati didattici e postazioni multimediali con la riproduzione di carte storiche, con antiche fotografie e cartoline a partire dalla fine del XIX secolo e una sezione dedicata alla storia dell’Industria aeronautica Piaggio, attiva a Finalmarina dal 1906 fini a pochi anni fa.

COME ARRIVARE

CASTELFRANCO A FINALMARINA

Come raggiungere il Sito

Castelfranco è aperto al pubblico e sede di attività culturali con un ricco calendario di manifestazioni.

Visita

La visita al sito rientra nel progetto “Open door Open art” promosso dal MUDIF.

Info

Associazione Culturale E20

www.fortezzadicastelfranco.com

e-mail: info@fortezzadicastelfranco.com

 

per visite guidate:

Museo Archeologico del Finale

www.museoarcheofinale.it

e-mail: info@museoarcheofinale.it

tel: +39.019.690020

Chiuso

Orario di Visita

Lunedì, Martedì e Giovedì: 10.00-14.00; 18.00-22.00

Venerdì, Sabato e Domenica: 10.00-22.00

​Mercoledì: CHIUSO

 

Calendario delle visite

Ingresso gratuito

Visite guidate

Visite per gruppi su prenotazione

Laboratori didattici su prenotazione

RIMANI AGGIORNATO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

RIMANI IN CONTATTO

CONTATTACI ORA

    Leggi l'Informativa sul Trattamento dei Dati Personali

X